APP- IPAD Scheda sensoriale COI in DIGITALE - Calcolo ed emissione certificato EXTRAVERGINE dell'olio ON SITE- Rete di Panel Assaggiatori esperti Certificati- Sistemi di tracciabilità SU TUTTA LA FILIERA DI PRODUZIONE DELL'EXTRAVERGINE - Piante d iOlivo Certificate- Olivio Extra Vergine di Oliva Di Alta Qualità - Eventi Sensoriali..

Disciplinare di produzione della denominazione
di origine Protetta dell’Olio “Alto Crotonese
D.O.P.”
Provvedimento 29 luglio 2003.
Iscrizione della denominazione «Alto Crotonese» nel registro delle denominazioni di
origine protette e delle indicazioni geografiche protette.
(pubbl. in Gazz. Uff. n. 193 del 21 agosto 2003).
Art. 1 – Denominazione
La denominazione di origine protetta «Alto Crotonese» è
 riservata all’olio di oliva
extravergine che risponde alle condizioni ed ai requisiti stabiliti dal regolamento (CEE)
n. 2081/92 ed indicati nel presente disciplinare di produzione.
Art. 2 – Varieta’ di olivo
La denominazione di origine protetta «Alto Crotonese» può
 essere attribuita all’olio
extravergine di oliva ottenuto da olive della varietà
 «Carolea» che deve essere
presente negli oliveti in misura non inferiore al 70%. Le altre varietà
 presenti negli
oliveti e che possono concorrere da sole o congiuntamente nella produzione della
denominazione «Alto Crotonese» in misura non superiore al 30% sono le cultivar:
Pennulara, Borgese, Leccino, Tonda di Strongoli, Rossanese.
Art. 3 – Zona di produzione
Le olive destinate alla produzione dell’olio extravergine della denominazione di origine
protetta «Alto Crotonese» devono essere prodotte, nell’ambito della provincia di
Crotone, nei territori olivati della zona dell’alto crotonese idonei alla produzione di olio
con le caratteristiche a livello qualitativo previsti dal presente disciplinare di
produzione, che comprende, in tutto o in parte, il territorio amministrativo dei seguenti
comuni: Castelsilano (in parte), Cerenzia, Pallagorio, San Nicola dell’Alto Savelli (in
parte), Verzino. Tale zona è
 così
 delimitata in cartografia 1:25.000: da una linea che,
partendo dalla confluenza dei confini tra i comuni di Caccuri (escluso dall’area),
Cerenzia e Castelsilano, segue poi, in direzione nord-est delimitando a sud le località
di Colimiti, Fiumarella di Grisuria e Mesudera (incluse nell’area), per raggiungere il
confine del comune di Savelli ad una altitudine di 340 metri s.l.m.
Proseguendo verso nord-ovest lungo il confine del comune di Savelli fino ad incontrare
il ponte che attraversa il fiume Lese. Da questo ponte il confine prosegue lungo il
Disciplinare Olio Alto Crotonese DOP

http://www.azzurro-prodottitipici.it/wp-content/uploads/2011/12/Disciplinare-Olio-Alto-Crotonese.pdf